Sintesi progetto “Bimbi al centro” COOP S.A.B.A.

Il progetto si svolge nel Comune di Genova, in particolare in due servizi per minori: un asilo nido accreditato e convenzionato col Comune di Genova, ”Il Nido dell’Orsa”, sito in Pegli e un centro bambini situato in Centro città. L’asilo nido è gestito dalla Cooperativa S.A.B.A., che partecipa anche alla gestione del centro bambini insieme all’associazione A.Ge.

“Il Nido dell’Orsa” è un asilo nido privato che ospita 47 bambini dai 3 ai 36 mesi dal lunedì al venerdì, dalle 7.00 alle 17, per tutto l’anno ad esclusione delle chiusure natalizie e pasquali e del mese di agosto.

Il Centro Bambini ospita 20 bambini dai 16 ai 36 mesi dal lunedì al venerdì, dalle 7.30 alle 13.30, per tutto l’anno ad eccezione delle chiusure natalizie e pasquali e del mese di agosto.

Entrambe le strutture, in qualità di servizi socio-educativi, si rivolgono ai bambini e alle loro famiglie offrendosi per entrambi come luogo di incontro, confronto e condivisione, in cui viene offerta al bambino piccolo una situazione privilegiata per sviluppare pienamente e in forma integrata con l’esperienza famigliare le proprie complessive potenzialità.

Obiettivi generali

I servizi per l’infanzia oltre ad essere una risposta al bisogno di custodia delle famiglie sono luoghi di crescita e sviluppo dei bambini. Lo sviluppo dipende in primo luogo dallo scambio con l’adulto, che nei primi anni è rappresentato principalmente dalle cure e dal soddisfacimento dei bisogni primari del bambino. In questo senso le attività di routine quotidiana assumono un duplice valore, in quanto da una parte consentono ai bambini di stare bene e quindi costruire un atteggiamento di apertura fiduciosa verso il mondo esterno, dall’altra rappresentano una condizione di sviluppo sano.

Il progetto nasce quindi con l’obiettivo di sviluppare una cultura del benessere del bambino intesa come rispetto ed attenzione ai sui bisogni.

Questo si attua all’interno dei servizi coinvolti, favorendo l’attenzione individualizzata nei momenti istituzionali di routine, ma anche all’esterno, incrementando le uscite sul territorio. Ci proponiamo, inoltre, di allargare questa visione ad altri interlocutori di rete, tramite uno scambio di buone prassi sul territorio e la sua concreta realizzazione in eventi “aperti”.

Obiettivi specifici sono: Favorire nell’ambito dei singoli servizi un’attenzione più individualizzata nei momenti di  routine; Favorire nell’ambito dei singoli servizi interventi educativi ed assistenziali individualizzati ed il benessere dei bambini nelle uscite; Favorire lo scambio di esperienze tra famiglie; Sviluppare buone prassi e la conoscenza dei servizi presenti sul territorio; Favorire lo scambio di informazioni, la messa in rete delle risorse territoriali ed il loro utilizzo; Sviluppare buone prassi e la conoscenza dei servizi presenti sul territorio; Favorire lo scambio di informazioni, la messa in rete delle risorse territoriali ed il loro utilizzo.

Obiettivi per i volontari in servizio civile

I volontari durante l’esperienza di servizio civile  in entrambi i servizi per l’infanzia, “Il Nido dell’Orsa” ed il Centro bambini potranno:

sperimentarsi in contesti lavorativi strutturati, attraverso il metodo del “Learning by doing” “Imparare facendo”, a fianco di persone esperte;
sviluppare le loro competenze relazionali attraverso il lavoro in equipe ed il confronto con professionalità e ruoli diversi (coordinatore pedagogico, educatori, addetti all’infanzia, personale ausiliario)
valutare la loro propensione per il lavoro nei confronti dei bambini nella fascia d’età 0-3 anni;
acquisire competenze organizzative e metodologiche in relazione alla lettura del contesto e la comprensione dei bisogni;
potranno vivere un’esperienza di crescita personale;
sperimentare il lavoro in una realtà no-profit, legata ai bisogni della persona;
sperimentare nel lavoro sociale i principi fondanti della scelta etica del servizio civile in particolare quelle riguardanti la solidarietà e la promozione sociale, la difesa delle classi più deboli e fragili (bambini, stranieri, famiglie in difficoltà…).

 

 

Ruolo ed attività previste per i volontari nell’ambito del progetto.

 

In tutte le sedi di servizio il volontario permette una maggiore attenzione al singolo destinatario, nonché un’implementazione dell’intervento complessivo, con l’obiettivo di mettere in rete e far conoscere meglio le attività a disposizione tramite una maggiore visibilità dei servizi e il consolidamento e potenziamento della collaborazione col territorio.

Il volontario di servizio civile avrà un ruolo di supporto nelle diverse sedi: con la sua presenza più stabile continuativa, nelle attività quotidiane, in affiancamento al personale titolare, dal momento dell’accoglienza per tutto il periodo di permanenza nei servizi, potrà supportare gli operatori nell’identificazione dei bisogni individuali dei piccoli. Inoltre parteciperà ad attività esterne (piscina, visite a mostre in Genova e in altre città italiane) e a nuove attività aperte al territorio (sportello e incontri a tema). Il volontario potrà essere coinvolto anche alcuni sabati o domeniche in occasione di eventi particolari previsti dal progetto e oltre l’orario di apertura dei servizi secondo le necessità sempre legate al progetto.

I volontari, inoltre, supportati dagli Operatori Locali di Progetto, effettueranno una osservazione dei servizi in cui sono inseriti, focalizzando l’attenzione sulla visibilità e l’impatto sul territorio, sulle modalità di integrazione degli stessi con le altre risorse presenti, con le reti eventualmente già esistenti e sulle possibilità di incrementare i rapporti con le altre realtà della zona. In tal modo i volontari potranno sia rendere maggiormente visibili i servizi in cui sono inseriti sia accogliere ulteriori bisogni e richieste, consentendo un’attivazione ed implementazione di risorse più calibrate.

Per i Volontari che svolgeranno il Servizio Civile presso “Il Nido dell’Orsa” si prevede l’offerta del vitto, poiché il momento del pasto è una delle routine in cui i Volontari interverranno e l’orario di presenza giornaliero comprende la fase del pranzo.

 

 

 

PRESENTAZIONE

Titolo

NOVITA'             COMUNITA'         S.A.B.A.

 

 

 

AGGIORNAMENTO IN TEMPO REALE POSTI LIBERI DISPONIBILI

 

 

 

COMUNITA' DEI BAMBINI                          POSTI LIBERI DISPONIBILI       5

COMUNITA' DELLE RAGAZZE                   POSTI LIBERI DISPONIBILI         2

S.A.B.A. è una cooperativa sociale ONLUS nata nel 1979 su iniziativa di un gruppo di donne; negli anni si è sviluppata fino all’attuale organizzazione che comprende oltre 200 lavoratori e più di 20 servizi.
Gli obiettivi principali della sua attività sono:
 offrire servizi alla persona che favoriscano il benessere e la qualità della vita;
 creare posti di lavoro basati sulla professionalità;
 sviluppare in modo crescente la qualità dei servizi offerti.
La forma cooperativa, che segue i principi della mutualità, e il settore no-profit garantiscono in S.A.B.A. una forte integrazione tra impegno sociale, offerta di servizi e attività lavorativa basata sulla partecipazione e la responsabilità di tutti gli operatori. La maggior parte del personale è socio di S.A.B.A.. Tutti i dipendenti e/o collaboratori possono fare domanda di ammissione a soci al Presidente che, valutando insieme al C.d.A la motivazione ed il percorso professionale, svolge un colloquio informativo sui diritti e doveri del socio ed avvia la procedura di ammissione.
Le attività di S.A.B.A. sono articolate in più settori: bambini, anziani, disabili e stranieri, con diversi piani di intervento: educativi, riabilitativi, assistenziali, di mediazione etc. L’obiettivo, infatti, è di offrire più tipologie di servizio in ogni settore di intervento, per rispondere in modo adeguato a molteplici bisogni o richieste. In ogni servizio, inoltre, gli interventi sono individualizzati secondo le esigenze delle singole persone. La qualità è garantita dalla professionalità degli operatori (figure assistenziali, educatori, mediatori interculturali, psicologi, infermieri, tecnici di riabilitazione, medici etc.) e da contributi a carattere specialistico, condotti da figure tecniche (terapisti della riabilitazione, formatori, consulenti etc).
S.A.B.A. ha la propria sede nel centro cittadino e opera in tutta l’area metropolitana genovese. Questa diffusione ha permesso di realizzare un’ampia rete di conoscenze e sperimentare nuove e molteplici capacità d’intervento sul territorio, in rete con il mondo del Terzo Settore, con le strutture pubbliche e private che operano nell’ambito dei servizi sociali e sanitari. In particolare dall’anno 1997 S.A.B.A. aderisce al consorzio regionale C.Re.S.S. di cui è socia fondatrice, per allargare i propri spazi di intervento con la messa in rete delle risorse delle numerose cooperative aderenti, e nell’anno 2006 fonda, insieme ad altri Enti operanti nel settore dell’orientamento e della mediazione al lavoro, il consorzio MOTIVA che opera nei Centri per l’Impiego della Provincia di Genova. Nell’anno 2002 S.A.B.A. ottiene la certificazione UNI EN ISO 9001 e nel 2004 quella UNI EN ISO 9001:2000 (VISION). Nell’anno 2009 S.A.B.A. ottiene la certificazione UNI EN ISO 9001: 2008.

La componente etica dell’organizzazione risulta non solo dalla natura dei servizi offerti, ma anche da alcune specificità:
 un’organizzazione dei tempi di intervento che favorisce e cerca di coniugare le esigenze dei singoli fruitori dei servizi e degli operatori stessi, in particolare nei confronti delle donne, nell’ottica delle pari opportunità;
 l’avviamento al lavoro di molti giovani e il supporto nell’apprendimento delle regole del comportamento professionale;
 l’ampia percentuale di stranieri nell’ambito dell’organico;
 l’offerta di un servizio gratuito per gli anziani del Centro Storico, a totale carico di S.A.B.A.
 la destinazione di posti gratuiti nei servizi per l’infanzia per casi di particolare necessità sul territorio.

Principi di qualità

 Responsabilità sociale e impegno a favore della collettività.
 Collaborazione in rete.
 Concertazione con l’Ente Pubblico e con i cittadini utenti.
 Crescita della competenza professionale di tutto il personale.
 Investimento professionale ed economico nello sviluppo della qualità dell’organizzazione, anche attraverso l’adozione di un Sistema Qualità, in particolare nei processi di selezione del personale, formazione e supervisione, progettazione, verifica e controllo.

Gestione reclami e suggerimenti
Sono garantiti a ciascun membro dell’organizzazione, ai clienti e ai committenti non solo l’accesso alle informazioni, ma anche la possibilità di segnalare non conformità e di aver risposta. E’ impegno di S.A.B.A. investire nella collaborazione con i fruitori dei servizi, raccogliendo le loro indicazioni e i suggerimenti, oltre ai reclami sulle criticità. Periodicamente viene rilevata la soddisfazione dei clienti tramite questionari o altri strumenti. I reclami e i suggerimenti  vanno inviati per iscritto presso la sede di S.A.B.A o dei servizi interessati. Qualora si desideri un incontro per un colloquio è necessario fissare un appuntamento. I responsabili competenti si impegnano a informare il cliente e il lavoratore delle decisioni prese in merito alle segnalazioni ricevute.

Organizzazione interna
Le principali modalità organizzative dei servizi sono:
il coordinamento: ogni attività gestita direttamente da S.A.B.A. ha un proprio responsabile, punto di riferimento per la cooperativa, per gli operatori e per i fruitori del servizio;
l’équipe di lavoro: i servizi sono condotti da un gruppo di operatori nell’ambito del quale sono presenti qualifiche diverse. Laddove gli interventi sono di tipo individuale vengono organizzate riunioni di lavoro per il confronto tra gli operatori;
i responsabili d’area: responsabile Amministrativo, del Personale e dei Servizi formano la direzione insieme al Presidente. Ad essi fanno riferimento i coordinatori per gli aspetti economici, per il personale (valutazione della professionalità, valorizzazione delle risorse e supporto), per la verifica complessiva dell’andamento del servizio, della progettazione individuale e del rispetto dei contratti stipulati. Altri responsabili d’area di S.A.B.A. sono i Responsabili della Formazione, della Progettazione e il Responsabile Assicurazione Qualità;
il consiglio d’Amministrazione: tutti i servizi fanno capo alla direzione e al consiglio d’amministrazione della cooperativa o, per i servizi consortili, a quello del C.Re.S.S. Ciò permette di avere una strategia complessiva coerente e di mantenere i principi fondamentali di qualità in ogni settore. Il C.d.A. di S.A.B.A. è composto da 5 consiglieri eletti dall’Assemblea dei soci con mandato triennale;
le professionalità: attualmente sono presenti in S.A.B.A. le seguenti figure: educatori, orientatori e mediatori al lavoro, infermieri professionali, insegnanti, assistenti alla comunicazione, operatori socio-assistenziali (OSS, ADEST, OSA), mediatori interculturali (ambito educativo, sanitario, lavorativo, giudiziario), tecnici della riabilitazione (neuropsicomotricisti, musicoterapisti, logopedisti, fisioterapisti, arteterapista, danzaterapista), psicologi, neuropsichiatri, impiegati, operatori ausiliari, operatori informatici.

Gestione risorse umane
Si individuano nella selezione e nella gestione delle risorse umane gli elementi di sostegno alla qualità dei servizi.
selezione: il responsabile del Personale valuta le domande di assunzione e le risorse interne per l’assegnazione di nuovi incarichi, approfondendo competenze, esperienza, percorso formativo, motivazione e caratteristiche personali. Successivamente i coordinatori valutano le competenze tecniche.
gestione del personale: il responsabile del Personale insieme ai coordinatori e attraverso colloqui individuali valuta il percorso lavorativo di ognuno in termini di adeguatezza al ruolo, motivazione, disponibilità e competenze specifiche. Gestisce, inoltre, la mobilità sui servizi in base alle esigenze di cooperativa, favorendo per quanto possibile le richieste dei singoli. In collaborazione con il responsabile della Formazione segue l’iter formativo degli operatori.

Formazione
La formazione è parte integrante dei servizi offerti, nonché un importante indicatore di qualità. Essa consiste in:
attività formative rivolte alle équipe con particolare attenzione alle specificità del singolo servizio, alle procedure e agli indicatori di qualità (riflessione sui progetti e sui processi lavorativi, sull’assetto organizzativo e sulla divisione dei compiti, supervisione casi etc.);
attività formative trasversali su tematiche specifiche e sul rispetto delle normative vigenti (sicurezza, privacy, primo soccorso, antincendio, ecc.);
partecipazione a corsi, seminari, convegni esterni su tematiche attinenti l’area sociale, l’organizzazione, le principali teorie di riferimento;
attività formative per le figure gestionali.

Gli obiettivi principali sono:
potenziamento della professionalità;
manutenzione e sviluppo della qualità del servizio;
individuazione e valorizzazione di energie e capacità potenziali;
prevenzione del burn-out.